Scooter, a ognuno il suo: ecco i consigli per una scelta azzeccata

Oggi più che mai ampio, il mercato scooter copre una soluzione per tutte le esigenze: si va dallo spartano ed economico cittadino da usare senza particolari cure al lussuoso maxiscooter potente e costoso come un’automobile passando per scooter sportivi con ciclistiche da moto, e ancora turistici, tre ruote…
In questo vasto panorama bisogna organizzare la scleta dello scooter ideale andando partendo da specifiche di base fino ad arrivare al dettaglio.

Per prima cosa chiedetevi cosa siete in grado di guidare, al di là della patente: se non avete mai guidato un mezzo a due ruote, se siete gracili di costituzione o semplicemente non stravedete per mezzi mastodontici, state alla larga da scooteroni da 50 e più CV pesanti quasi 300 Kg, gestirli da fermi non è uno scherzo e ci vuole un po’ di dimestichezza per sfruttarli appieno.
E’ importante poi la destinazione d’uso: il vostro tragitto casa-ufficio è composto da 10 km di centro città perennemente congestionato? Buttatevi su un 125 o 200 leggero e snello con la sella bassa: potrete svicolare agilmente tra le auto con la sicurezza di avere un appoggio saldo e un peso moderato da gestire.

scelta scooter

Macinate tutti i giorni 50 e più km di autostrada, tangenziali e nel weekend vi piace regalarvi qualche gita fuoriporta, magari in coppia? Un maxi comodo da 300 cavalli, potente e stabile è il mezzo per voi: tanta stabilità, comfort anche sotto il diluvio e tanto spazio per stivare bagagli o caschi.

Anche il diametro delle ruote è un parametro da considerare: tendenzialmente la ruota alta porta stabilità e sicurezza in città, pochi problemi con tombini e binari del tram ma un vano sottosella più piccolo. Viceversa gli scooter con vocazione più turistica montano ruote più piccole per avere maggiore spazio di carico. Inoltre con cerchi di piccolo diametro si guadagna in maneggevolezza e agilità.
Quanto grande e quanto potente? La risposta arriva dalla destinazione d’uso: è rischioso imboccare l’autostrada con un 150 da 11 CV e non è pratico svicolare tra le auto in coda con un maxi largo e pesante come una Panda.

Chiaramente il budget influenza la scelta (avete già scoperto le promozioni sulla gamma Sym?)

Lo scooter, in quanto mezzo principalmente utilitario, deve rispettare assolutamente due capisaldi: comodità e sicurezza. Per quel che riguarda la prima voce dipende dall’uso che si fa dello scooter –per fare 10 km alla settimana non servono parabrezza alti fin sopra il casco e manopole riscaldabili- mentre la seconda vale per tutti, cittadini o turistici.

scelta dello scooter

 

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie Cookie Policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi